LA STRAGE DI ACERRA

Un gruppo di giovani capitanati da Ferdinando Goglia reagisce ai soprusi perpetrati dalle truppe tedesche durante l’occupazione


BETTOLA – L’ULTIMA SUPERSTITE

In seguito al fallito tentativo di alcuni partigiani di far saltare un ponte), la polizia militare tedesca organizzò un’orrenda rappresaglia….


BOVES – LA STRAGE DEGLI INNOCENTI

Il 19 settembre 1943 Boves viene messa a ferro e fuoco dai nazisti, si tratta del primo eccidio commesso in Italia.


BRESCIA – LA STRAGE DAL CIELO

Carlo Inverardi e Alvise Taglietti hanno vissuto in prima persona i bombardamenti oltre a ricordare vividamente quei momenti ne portano da allora addosso i segni.


LA STRAGE DI CASTELNUOVO

Il 4 luglio del 1944 a Castelnuovo dei Sabbioni, nell’Aretino, i soldati tedeschi rastrellarono 74 ostaggi. I prigionieri furono portati nella piazza del paese e barbaramente fucilati.


L’INFERNO di LA SPEZIA

Durante la Seconda Guerra Mondiale La Spezia fu una delle città più colpite dai bombardamenti. Nella primavera del ‘43 due massicci attacchi causarono la distruzione quasi totale della città.


IL SECONDO TERREMOTO DI MESSINA

La città di Messina fu la più bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel periodo compreso tra il 29 luglio e il 17 agosto 1943 si registrò il maggior numero di incursioni.


MILANO – I PICCOLI MARTIRI DI GORLA

Il 20 ottobre del 1944 il quartiere milanese di Gorla viene bombardato dagli Alleati causando la morte di 184 bambini che si trovavano all’interno della scuola “F. Crispi”.


LA BATTAGLIA DI MONTECASSINO

Durante la Seconda Guerra Mondiale i tedeschi scelgono come zona strategica per fronteggiare gli Alleati la cosiddetta linea Gustav, una linea che si trovava a sud di Roma.


IL MASSACRO DI MONTESOLE

Nel 1944 le SS compiono la terribile strage di Marzabotto che coinvolge anche altri comuni limitrofi. Dal 29 settembre al 5 ottobre le vittime furono 770 e di queste 216 erano bambini.


NICCIOLETA – LA STRAGE DEI MINATORI

Il 14 giugno del 1944 i nazisti perpetrano la spietata strage dei minatori di Niccioleta, una frazione del comune di Massa Marittima.


NOVALESA – L’EREDITA’ DELLA GUERRA

Importante è la prevenzione e l’attenzione agli ordigni inesplosi e dei residui bellici. La pericolosità delle bombe inesplose non è scomparsa


PALERMO CITTA’ MARTORIATA

Dal 23 giugno 1940 la città di Palermo viene devastata e martoriata dai bombardamenti da parte degli aerei alleati (2.123 vittime e oltre 30.000 feriti).


LA CARNEFICINA DI PEDESCALA

Tra il 30 aprile e il 2 maggio del 1945 si è consumata la strage di Pedescala e di altre frazioni limitrofe del comune di Valdastico (VI)


ROMA CITTA’ OCCUPATA

Durante l’occupazione di Roma, Teresa Gullace viene freddata dai nazisti mentre tentava di consegnare una borsa con del cibo al marito prigioniero dei tedeschi.


N. 180060 – ALBERTO MIELI

Alberto Mieli è uno degli ultimi deportati romani nei campi di sterminio nazisti, descrive tutto l’orrore e la crudeltà vissuti nel campo di concentramento di Auschwitz.


PILO ALBERTELLI

Un’altra figura da ricordare per il suo sacrificio durante l’occupazione di Roma è Pilo Albertelli, insegnante di storia e filosofia e convinto antifascista.


IL MASSACRO DI SANT’ANNA DI STAZZEMA

Il 12 agosto del 1944 i nazifascisti giunsero a Sant’Anna di Stazzema con il preciso intento di compiere una strage.


TORINO SOTTO LE BOMBE

Torino è stata una delle prime città italiane a essere bombardata, dopo appena ventiquattro ore dall’entrata in guerra da parte dell’Italia.


7 aprile 1944 – TREVISO FERITA A MORTE

Treviso viene bombardata dagli alleati. L’attacco provocò circa 1600 vittime fra i civili e la distruzione di molti edifici.

0